Vogliamo costruire un nuovo mito.
Ecco come faremo.

C’è una storia, una grossa storia da raccontare e diventerà uno spettacolo teatrale, il copione è già scritto.

Ma noi vogliamo costruire un nuovo mito, perciò metteremo in scena lo spettacolo solo nel momento in cui quella storia sarà diventata patrimonio comune.

E accadrà in questo modo, con un progetto che si chiama AZIONATE EMPATIE URBANE®.

In una fase di AZIONATE EMPATIE URBANE® si procede alla diffusione orale della storia: un attore raggiunge luoghi stabiliti di determinate città, per leggere pubblicamente il prologo della storia che lo spettacolo evocherà; le pubbliche letture del prologo possono avvenire in qualunque luogo capace di contenere un pubblico: una libreria, una biblioteca, una strada, una stanza di casa, una sala, un teatro, un negozio…

In un’altra fase di AZIONATE EMPATIE URBANE®, con la pubblicazione del copione, viene diffuso  il libro che contiene la storia.

Si intende così creare una rete di città che siano state “toccate” dalla stessa storia.

Solo a quel punto lo spettacolo andrà in scena, quando nelle molte persone che conosceranno la storia, potrà nascere il desiderio, la curiosità o il bisogno di riascoltarla, di vederla, di esserci quando viene evocata; ancora una volta in un luogo stabilito, insieme con altre persone.

2 commenti
  1. Aloisio Antinori ha detto:

    Interessante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: